La pandemia ha puntato i riflettori sulla sostenibilità

-

Le tematiche ESG, già cresciute in maniera esponenziale e su scala globale nelle scelte di portafoglio di tutti gli investitori, un trend globale e da qualche anno inarrestabile, hanno avuto un ulteriore boost con la pandemia. La sostenibilità è da sempre insita nel processo di investimento di Columbia Threadneedle Investments e nell’anno del Covid questo dogma è stato ulteriormente rafforzato. Siamo da sempre focalizzati su società di alta qualità dotate di un solido vantaggio competitivo, potere di prezzo ed elevate barriere all’entrata, selezionate combinando la ricerca finanziaria e non finanziaria.

La nostra competenza in ambito sostenibilità è riconosciuta dai fatti anche in Italia: di recente Columbia Threadneedle Investments ha organizzato un evento dal titolo “I pagamenti digitali a supporto della sostenibilità” durante il quale ci si è confrontati sul tema insieme a Paolo Bertoluzzo, CEO di Nexi. Come emerso dal webinar, la PayTech è un pioniere nei pagamenti digitali, fondamentali per la realizzazione di alcuni dei 17 sustainable goal dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite. Nexi si è focalizzata in anticipo in un settore oggi in rapida crescita per la domanda che arriva dalla Gen Z ed è riuscita a cogliere il balzo in avanti che la digitalizzazione ha compiuto nel nostro Paese in concomitanza con i lockdown e il distanziamento forzato. Nell’ambito dell’evento sono stateevidenziate, in particolare, le tre fasi attraverso cui viene definita la sostenibilità: la prima è la verifica della sostenibilità “interna”, ossia della presenza di processi e regole precise di governance che possano prevenire eventuali problematiche ESG al cuore dell’organizzazione. La seconda è la valutazione della sostenibilità finanziaria, che consiste nell’analizzare la presenza di vantaggi competitivi attraverso il framework delle cinque forze di Porter. Infine, la terza fase è quella della validazione della sostenibilità “esterna”, attraverso cui si analizza l’impatto dei prodotti e dei servizi di ogni compagnia sul mondo economico, sociale e ambientale.

Come società di gestione, negli ultimi 18 mesi, abbiamo reso sempre più esplicito il nostro approccio alla sostenibilità con azioni concrete. A inizio 2019 Columbia Threadneedle ha lanciato un sistema proprietario di rating che fornisce al team d’investimento globale un solido sistema di valutazione degli investimenti responsabili e una capacità di analisi ottimizzata su oltre 5.500 aziende di tutto il mondo. Basandosi su stewardship finanziaria e fattori ESG, i rating forniscono un unico segnale di investimento prospettico che consente di individuare e valutare rischi e opportunità potenzialmente significativi. Le aziende con i punteggi migliori (pari a 1) tendono a sovraperformare, mentre quelle con i punteggi peggiori (pari a 5) a sottoperformare. I test retrospettivi ne sono la prova, a dimostrazione che i nostri rating si sono dimostrati un valido aiuto nel processo di ricerca, individuazione dei rischi e selezione dei titoli.

Quando all’inizio del 2020 il Covid-19 si è diffuso in tutta Europa, Philips ha raddoppiato la fabbricazione di ventilatori polmonari e L’Oreal ha iniziato a fabbricare disinfettante per le mani su larga scala. Due brillanti esempi di capacità di reazione e adattamento rapido all’evolversi delle condizioni di mercato a vantaggio della società: due esempi di sostenibilità con un impatto positivo sul business. I due titoli erano già parte del portafoglio del Threadneedle (Lux) Pan European Equities Fund. Non è un caso che la strategia Pan European Equities si sia distinta per la sua straordinaria resilienza in uno dei periodi più difficili per i mercati azionari. A fine aprile 2020, evidenziava una flessione annuale del 4,3% (al netto delle commissioni) a fronte di un calo dell’11% dell’indice MSCI Europe, una sovraperformance dovuta principalmente alla nostra capacità di selezione dei titoli. Il 2 ottobre scorso è partito il Threadneedle (Lux) Pan European ESG Equities (ridenominazione del Pan European Equities), festeggiando così il suo ingresso nella gamma dei fondi sostenibili della casa. Abbiamo poi lanciato anche il Threadneedle (Lux) Emerging Market ESG Equities: i due nuovi comparti si vanno ad aggiungere alle strategie UK Sustainable Equity e Global Sustainable Equity, Il Threadneedle (Lux) European Social Bond Fund, European Sustainable Infrastructure e Carbon Neutral Real Estate.

Per molti versi, consolidare il nostro percorso negli investimenti ESG significa semplicemente dar corso concreto all’evoluzione naturale della realtà con il nostro approccio di lunga data. Le tematiche ESG sono sempre più presenti in questo nuovo assetto economico, caratterizzato tanto da rischi quanto da grandi opportunità. Per i vincitori di domani, l’analisi ESG contribuirà a generare e a favorire i rendimenti economici e noi ci siamo impegnati a contribuire a questo cambiamento.