News

Volatilità: un gioco che si basa sulla fiducia

-

Anche nel 2019, a dispetto dell’aumento del rischio geopolitico (tra Brexit, guerre commerciali, Hong Kong, Iran e America Latina), non si è verificato un sostenuto incremento della volatilità. Questi eventi non sembrano più spaventare il mercato: gli investitori si stanno lentamente abituando ad una presenza costante di tali rischi e reagiscono in modo meno emotivo. Riteniamo… Continua »



Vittoria Tory offre una spinta al mercato britannico, ma per quanto tempo?

-

È probabile che i mercati vedano la vittoria dei conservatori nelle elezioni generali del Regno Unito come il risultato più positivo. Sebbene sia stato considerato il risultato più probabile nel periodo precedente al sondaggio, ci aspettiamo che i mercati reagiscano favorevolmente, con i rendimenti dei GILTS che probabilmente diminuiranno e… Continua »


Trovare un equilibrio in un mondo non cooperativo

-

Il 2019 è stato un anno di rinnovate tensioni protezionistiche, una continua (e infinita?) saga sulla Brexit e una crescita potenziale più lenta, sia nei mercati sviluppati sia in Cina, commentano da Ostrum Asset Management, affiliata di Natixis Investment Managers. Secondo Ostrum AM, il 2020 dovrebbe essere caratterizzato da un… Continua »


Aspettando il Natale

-

Gli investitori sperano in un “rally natalizio”. Un recente sondaggio tra i gestori dei fondi rivela che l’ottimismo circa le prospettive per l’economia globale sta crescendo al ritmo più sostenuto da 25 anni a questa parte. I timori di recessione hanno lasciato il posto al timore di lasciarsi sfuggire eventuali… Continua »


Boris Johnson ha vinto la scommessa

-

Dopo non essere riuscito a trasformare in legge il suo accordo di Brexit con l’UE, la scommessa di Boris Johnson sulle elezioni anticipate per sbloccare la situazione di stallo in Parlamento ha funzionato a dovere. Il suo mantra elettorale “Get Brexit Done” gli ha garantito la vittoria alle elezioni nel… Continua »


Christine Lagarde porta il suo stile nella BCE

-

Il meeting della Banca Centrale Europea (BCE) ha visto il debutto di Christine Lagarde in qualità di Presidente. Sebbene non ci siano stati cambiamenti nelle politiche in atto, Lagarde ha utilizzato un tono decisamente più diplomatico relativamente alle voci di disaccordo all’interno del Consiglio direttivo, affermando che terrà conto delle… Continua »


Nessuna sorpresa dalla FED per ora

-

La decisione della Fed di ieri non ha sorpreso nessuno, lasciando invariati i tassi e confermando con decisione la propria posizione attendista. Ha definito un livello relativamente elevato per un ulteriore allentamento della politica monetaria per il prossimo anno, evidenziando la necessità di una rivalutazione sostanziale delle prospettive economiche per… Continua »



Closing Bell, l’eredità del 2019

-

All’inizio del 2019 gli investitori erano nervosi e la fiducia era ai minimi. Pochi giorni dopo, tuttavia, la Fed ha cambiato radicalmente posizione, abbandonando il proprio piano di rialzo dei tassi e lasciando intendere al mercato che ci sarebbero stati invece dei tagli. Nel corso dell’anno si sono quindi registrate… Continua »